X
 
 

Non si scoprono terre nuove senza accettare di perdere di vista, prima, e per molto tempo, ogni terra conosciuta.
A. Gide

sostenibilita

In questi anni le nostre scelte sono state orientate a ritrovare armonia con l’ambiente che ci circonda, provando che un alternativa all’aggregazione urbana è possibile, creando un ecosistema non solo economico che rendesse sostenibile il nostro progetto.

Accettare che niente e nessuno può essere autosufficiente né economicamente né socialmente è stato il passo fondamentale verso la sostenibilità e la comprensione del concetto di sinergia e cooperazione. Lungo il cammino seminiamo, coltiviamo e intrecciamo relazioni di ogni sorta per arricchirci di esperienze ed emozioni che sono parte indissolubile di quello che siamo.

I principi della bioedilizia, della permacultura, dell’agricoltura sinergica piuttosto che rigenerativa, l’arte del riuso piuttosto che la produzione di energia alternativa sono stati mezzi e strumenti per la costruzione di un economia circolare che fa di Bagol’Area un organismo vivente autosufficiente (ma non bastante a se stesso) che scambia in maniera equilibrata con l’ambiente esterno minimizzando la nostra impronta ecologica.