X
 
 

Az. Bioagricola

I primi anni sono stati quelli della scoperta, quella delle storie fra le pietre del palmento sapientemente intagliate e tra le terrazze dai muretti a secco. Con il tempo prendiamo sempre più contezza della grandezza del posto di cui ci siamo istintivamente innamorati.

La consapevolezza di aver stretto un tacito patto di collaborazione con il luogo che ci ospita ha alimentato il nostro sogno e per questo nel 2010 è nata l’azienda BIOagricola Bagolaro.

 
“Una cultura non può sopravvivere a lungo senza una base agricola sostenibile ed un’etica dell’uso della terra”
(Bill Mollison)

L’azienda agricola ci è sembrato il modo migliore per prenderci cura del luogo che ci ha accolti, coltivando abbiamo riconquistato terreno ai rovi, creato nuovi equilibri e sinergie ridando vita al suolo. Sbagliando, provando, osservando e imparando dalla migliore maestra che si può avere e cioè la Natura, anno dopo anno abbiamo scelto le colture e varietà più adatte per luogo, esposizione, altitudine e temperature incrementando continuamente la biodiversità.

Sotto al Bagolaro (o Minicucco); il grande albero che protegge il palmento abbiamo imparato i pregi e le difficoltà dell’agricoltura naturale (e biologica) che comunque riteniamo l’unica strada per produrre cibo buono e genuino. Esplorando gli insegnamenti della permacultura, dell’agricoltura sinergica piuttosto che biodinamica e comunque ripercorrendo le scelte di chi prima di noi si è confrontato con la terra abbiamo cercato la nostra personale strada che riteniamo quella che più si adatta al nostro contesto.